DPCM 13.10.2020 in sintesi

DPCM 13.10.2020 in sintesi

ATTIVITA’ SPORTIVA O MOTORIA ALL’APERTO
E’ consentita, anche presso aree attrezzate e/o parchi pubblici, purché nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o per i soggetti non autosufficienti.

ATTIVITA’ SPORTIVA DI BASE IN PALESTRE, CENTRI SPORTIVI, PISCINE
In tutte le strutture, pubbliche o private, dove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico, nel rispetto delle norme del distanziamento sociale e divieto di assembramento, fatti salvi ulteriori eventuali indirizzi operativi emanati dalle singole Regioni o Province autonome, è possibile continuare ad esercitare attività sportiva di base e motoria in genere.

SPORT DA CONTATTO
Tabella emanata dal Ministero dello Sport in data 13.10.2020
In attuazione dell’articolo 1, comma 6, lettera g) del DPCM del 13.10.2019 il Ministero dello Sport ha individuato quelli che vengono considerati gli sport da contatto. Nella relativa tabella si specifica che per alcune discipline, ad esempio all’interno del bob, del canottaggio, della danza sportiva, della ginnastica, del rafting, dello slittino e del pattinaggio, l’attività è consentita solo in forma individuale.

Gare e competizioni amatoriali Vietate tutte le gare, le competizioni e tutte le attività connesse agli sport da contatto, individuati con la predetta tabella, aventi carattere amatoriale (esempio: calcetto).

Attività sportive dilettantistiche Lo svolgimento degli sport da contatto, così come risultanti dal predetto elenco e con le limitazioni evidenziate, nel rispetto dei protocolli emanati dalle Federazioni sportive nazionali,  è consentito, oltre che per le società professionistiche, anche, sia a livello agonistico che di base, per le associazioni/società dilettantistiche riconosciute dal Coni.

Si raccomanda di verificare le ordinanze delle singole Regioni o Province autonome di riferimento ed ogni ulteriore aggiornamento.

LIMITE SPETTATORI PER EVENTI SPORTIVI
Per gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra riconosciuti dal CONI, dal CIP e dalle rispettive Federazioni sportive Nazionali è consentita la presenza di pubblico con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1.000 spettatori per manifestazioni sportive all’aperto e di 200 spettatori per manifestazioni sportive in luoghi chiusi. Regioni e Province autonome, in base alla situazione Covid dei propri territori e d’intesa con il Ministero della Salute, possono stabilire, sempre nel rispetto dei suddetti limiti, un numero differente in base alle caratteristiche dei luoghi e degli impianti.